Per questi ultimi trentanni, elencheremo unicamente gli avvenimenti importanti

1971 – 1981

da: “Saluto del Presidente” dell’opuscolo del trentesimo, Ernesto Medolago

Trent’anni in un susseguirsi di corsi, di continua preparazione, di rinnovamenti tecnici, di interventi utili e talvolta tristi. Un continuo formare nuotatori di salvataggio, ABC (ora Apnea) e sommozzatori. Monitori che smettono cedendo il passo a quelli nuovi, ai giovani.

Il modesto messaggio contenuto in queste pagine è dei giovani, i soci attivi che oggi formano l’ossatura della “Salvataggio”. Giovani sani, che preferiscono l’operosità all’inerzia, l’azione fattiva e onesta alla contestazione non motivata.

Ai nostri cari contribuenti, Autorità, Enti e privati, chiedo di dare sempre quell’aiuto morale e materiale sin qui concesso. Sarà questa la prova di fiducia che i giovani si aspettano e si meritano.

A loro è affidato l’impegno di onorare ulteriori traguardi e il compito, oggi meno facile di trenta anni fa, di rinnovare a loro volta le file della sezione affinché questa possa sempre perseverare sul percorso sin qui tracciato all’insegna di un ideale. “Il salvataggio”.

Tra le righe di questo saluto si intuisce che in questi 10 anni, la sezione non navigava in buone acque, partenze di soci esperti, arrivi di nuove leve, il susseguirsi di tre Presidenti e gli oneri di gestione, ma specialmente due grossi investimenti, portarono i membri di comitato a concentrare gli sforzi nella ricerca di “soldi”. La situazione si presenta già nel 1978 dove necessita la sostituzione del furgone prioritario (Autoambulanza) e del natante “Salvatore I” – nel frattempo modificato con l’aggiunta della cabina – con un nuovo natante veloce di un costo che si aggirava a 60’000 franchi.

sede 1978

Fotografia: 1979 – Nuova sala per teorie e soggiorno picchetti, “nella vecchia tribuna del campo Marzio”

furgone 1978

Fotografia: 1978 – Furgone Ford Transit, finanziata dalla Rentenanstalt, Roda macchine SA e fondi della società

 gommone

Fotografia: 1979 – Natante pneumatico fuoribordo, donazione Kiwanis Club Lugano

La società ebbe l’oportunità di presentarsi alla prima edizione di “Primxepo” 1978, dove allestendo uno stand, presentò il proprio materiale e mezzi, in particolare il nuovo furgone d’intervento prioritario per il trasporto dei subacquei via terra, – la donazione del Kiwanis Club – del natante pneumatico fuoribordo (gommone) alla popolazione, raccogliendo “con un grande impegno dei soci” una somma considerevole, mettendo in vendita degli autoadesivi, per finanziare l’aquisto del nuovo natante, che grazie anche al costruttore – Cantiere Prosperi di Gandria – si realizzò nel 1980.

 natante 1980

Fotografia: 1980 – Natante di pronto intervento, finanziato da: Città di Lugano, Lions Club Lugano e dal Cantiere Prosperi

Il 1981, fu l’anno del trentesimo di fondazione e la presentazione ufficiale al pubblico del nuovo acquisto, senza dimenticare la raccolta finanziaria per liquidare l’importante spesa. Venne pubblicato un opuscolo che in realtà fu una raccolta di fondi tramite le inserzioni pubblicitarie, ciò non toglieva i soci all’attività della sezione nell’organizzazione di corsi e presenze per i servizi nella stagione estiva e con la squadra di pronto intervento durante tutto l’anno.

Dalla fondazione al 31 dicembre 1980, sono stati rilasciati:

Brevetti di salvataggio

  • 813 brevetti di giovane salvatore
  • 1608 brevetti di salvatore esperto (B1)
  • 50 brevetti di istruttore (B2)
  • 2 brevetti di istruttore capo (B3)

Brevetti ABC (ora Apnea)

  • 60 brevetti ABC giovanile
  • 216 brevetti ABC I
  • 15 brevetti ABC II
  • 3 brevetti ABC III

Brevetti sommozzatore

  • 75 brevetti di sommozzatore * (una stella)
  • 93 brevetti di sommozzatore ** (due stelle)
  • 23 brevetti di sommozzatore *** (tre stelle)
  • 7 brevetti di monitore ** e *** (stelle)

Totale brevetti consegnati (senza subacquei): 2767

 

1981 – 1991

da: “Da quarant’anni con il Ceresio per tutti” dell’opuscolo del quarantesimo, di Marco Piotrkowski

40 anni 

Fotografia: da sinistra a destra

dietro: Alberti J, Carina F, Damuzzo C, Rezzonico G, Vicari T, Menghetti G
davanti: Digirolamo A, Iten C, Quadranti R, Villa G, Menghetti M, Nicol, Horn B, Piotrkowski M, (presidente)
in ginocchio: Gianini B, Bianchi A, Larroudé S.

Fino a quando potremo continuare così?…

Fu un manipolo di soci della SNL a rendersi conto che nel dicembe del ’51, dell’importanza di creare una struttura come quella della “Salvataggio” per prevenire gli allora frequenti annegamenti. E sin dalla fondazione, la società è rimasta pressoché immutata nei suoi intenti e nello spirito dei suoi soci, ligia ai suoi scopi ed in un certo senso quasi estemporanea.

In un mondo esasperato della tecnologia di punta, dall’acerrima competizione sportiva, nella SSS Lugano rimangono preponderanti la dedizione e la disponibilità dei soci, che operano per il benessere pubblico.

Con pochi mezzi, ma con un cuore “grosso così”, il sodalizio ha sempre risposto “presente!” a tutte le necessità di salvataggio e a tutte le richieste di lavoro sul lago che gli sono state rivolte da enti pubblici o da privati. Senza dover far capo ad un’organizzazione troppo rigida e “computerizzata”, ma grazie all’intelligenza ed all’esperienza dei singoli soci, si è potuto raggiungere un’efficacia negli interventi che non dista troppo da quella professionale.

Fino a quando potremo continuare così?

Per quanto concerne il nuoto di salvataggio, i nostri monitori formano annualmente circa 150 salvatori (tra esperti e giovani) ed ancora numerosi altri nell’amtbito dei corsi organizzati dalle scuole o da G + S. potendo contare pure nei mesi invernali su parecchie piscine e formando nuovi monitori, questa parte dell’attività della SSS Lugano sembra garantita.

Circa invece la capacità d’intervento e di prevenzione sul Ceresio, il problema è più complesso. Oggi, come 40 anni or sono, infatti, tutti i nostri soci sono volontari. Oggi come allora, i nostri sub pagano di tasca propria tutto il materiale di loro dotazione.

La relativa rarità dei nostri interventi – sia di salvataggio, sia di lavoro in altre incombenze – determina la non proponibilità di un servizio professionale permanente, che comporterebbe tra l’altro oneri finanziari elevatissimi. Tuttavia, i nostri interventi devono avvenire con capacità e tempestività in ogni momento e giorno dell’anno.

In fine, la nostra attività dipende in larghissima misura dalla retribuzione dei lavori che ci vengono richiesti al di fuori delle vere e proprie competenze di salvataggio, come pure dai contributi ricorrenti o meno che ci vengono corrisposti da privati ed enti pubblici.

La risposta al quesito posto in precedenza è pertanto la seguente: potremo continuare la nostra attività finché sufficienti persone avranno fiducia in noi e ci sosterranno rispettivamente finché potremo contare su un numero sufficiente di membri attivi nei nostri ranghi, con ciascuno di essi disposto a dedicare tempo e mezzi alla causa comune.

Accomunando quindi tutti coloro che hanno garantito la nostra attività con offerte o con l’impegno passionale a partire da quel decisivo 14 dicembre 1951, e tutti quanti vorranno esserci vicini negli anni a venire, esprimo loro un grande e sentito ringraziamento.

L’arrivo del nuovo presidente nel 1981 Avv. Marco Piotrkowscki, e l’operato profuso in questi ulteriori 10 anni, hanno imposto grossi sacrifici alla società, che comunque si risollevò, nonostante il rifacimento degli spogliatoi della sede nel 1984 e l’importante decisione sulla sostituzione nel 1985 del secondo natante, costato 80’000 franchi.

Eventi Importanti 1981 – 1991

1984 Rifacimento degli spogliatoi (datati 1959) con nuovi armadi
1984 Campagna finanziaria per aquisto nuovo natante
1985 Aquisto nuovo natante di pronto intervento “Prosperi Admiral”
1988 Sostituzione impianto radio ricetrasmittente
1991 Festeggiamenti per il 40.mo di fondazione con grottino alla Rivetta Tell
Da non dimenticare, la ripresa dell’organizzazione in collaborazione con la Società Nuoto Lugano della “Traversata del golfo”, oggi sotto l’egida del Dicastero Sport della città con la collaborazione delle due società.

 Attività di formazione e consegna di brevetti (1980 – 1990)

  • Brevetti di Salvataggio
  • 646 Brevetti di Giovane Salvatore
  • 741 Brevetti di Salvatore esperto (B1)
  • 13 Brevetti di istruttore (B2)
  • 0 Brevetti di istruttore capo (3)

Brevetti ABC (ora Apnea)

  • 50 Brevetti ABC giovanile
  • 137 Brevetti ABC I
  • 6 Brevetti ABC II
  • 3 Brevetti ABC III

Totale brevetti consegnati: 1596

 1991 – 2001

Salvataggio: 50 anni… da record, così scriveva il Giornale del Popolo, al cambio della guardia “presidenziale” il 29 marzo 2001, anno del 50° anniversario.

Molte sono state le manifestazioni previste per sottolineare degnamente questo traguardo, dalla posa della prima pietra, per la nuova sede operativa, alle manifestazioni di porte aperte con dimostrazioni di salvataggio in piscina e nel lago, che hanno traghettato la società fino al culmine delle stesse con il tentativo di effettuare – da Gaspare Battaglia di Busto Arsizio – il record del mondo di profondità in apnea con assetto costante nel lago di Lugano e precisamente nel golfo antistante il municipio. Di tutto questo ne riferiamo nelle pagine dedicate al 50.mo.

Non per questo l’attività è stata tralasciata, i servizi di picchetto e prevenzione, la programmazione con il rispettivo svolgimento dei corsi di formazione sono stati portati a termine con ottimi risultati, specialmente aumentando per l’ennesima volta il numero di brevettati.

Eventi Importanti 1991 – 2001

1995 Sostituzione del vecchio compressore per la ricarica d’aria
1998 Ristrutturazione totale dello spogliatoio, con posa di un pavimento in piastrelle e nuovi armadi in metallo
1998 Sostituzione del motore al natante datato 1985, con uno più moderno e potente Volvo Penta 5,7 L – 308 CV – trasmissione “Z” Duo Prop
1999 Ristrutturazione totale del natante datato 1980, adattandolo alle esigenze d’uso e modificandolo da “entrobordo” a “entrofuori bordo” con un motore uguale all’altro Volvo Penta 5,7 L – 208 CV – trasmissione “Z” Duo Prop

2001 Festeggiamenti 50.mo di fondazione
28 giugno – Posa della Prima pietra nella nuova sede operativa
18 agosto – Battesimi subacquei e Dimostrazione di salvataggio
02 settembre – Giornata delle Porte aperte, visita strutture e mezzi, dimostrazioni
08 settembre – Tentativo di record mondiale di profondità in apnea in assetto costante
14 dicembre – Giornata ufficiale d’anniversario – venerdi 14 . 12 . ’51 – venerdi 14 . 12 . ’01
01.01.2002 Chiusura d’anniversario con il discorso d’augurio di Capodanno, alla Cittadinanza ed alle società del Presidente Avv. Roberto Torrente

Attività di formazione e consegna di brevetti (1980 – 1990)

Brevetti di Salvataggio

  • 429 Brevetti di Giovane Salvatore
  • 792 Brevetti di Salvatore esperto (B1)
  • 0 Brevetti di istruttore (B2)
  • 0 Brevetti di istruttore capo (3)

Brevetti di Apnea

  • 90 Brevetti Apnea giovanile
  • 49 Brevetti Apnea I
  • 0 Brevetti Apnea II
  • 0 Brevetti Apnea III

Altri corsi (nuovi)

  • 40 Sicurezza in acqua
  • 21 RCP (Rianimazione Cardio Polmonare)

Totale brevetti consegnati: 1421